Vademecum Del Prato

Applicazione
A causa della forma in polvere del fertilizzante Umweltpionier, occorre assolutamente utilizzare un carrello spandiconcime adatto, per ottenere una distribuzione uniforme. Il carrello giusto ha una funzione per impedire la fuoriuscita del prodotto quando si interrompe il movimento. Non tutti i carrelli dispongono di questa funzione, ma è fortemente raccomandata. Concimare sul livello più basso (da 1 a 2) a scacchiera finché non è stata distribuito tutto il prodotto.

Irrigazione
Utile durante i periodi molto caldi. Conviene una sola volta la settimana in modo intensivo, almeno 10 litri per mq (fino a 30 litri per metro quadrato). L’acqua così penetra profondamente nel terreno e resta a disposizione per più tempo, perché non evapora. L’erba radica più in profondità e diventa quindi più robusta.

Fertilizzare
L’erba è una pianta di alta qualità, che ha bisogno di molte sostanze nutritive. I fertilizzanti sintetici, infatti, apportano queste nel terreno, ma distruggono la struttura grumosa del terreno perché legano i sali contenuti in modo continuo. Questo porta a una compattazione del suolo, la ritenzione dell’umidità, la crescita di erbe infestanti e la distruzione della vita microbica del suolo. Il concime naturale Umweltpionier invece garantisce un’alimentazione equilibrata per gli organismi del terreno su una base naturale al 100%.

Dosaggio
Alla prima applicazione: Distribuire 100 grammi per mq. Ciò corrisponde per una superficie di 250 mq a 25 kg di concime. In seguito, il dosaggio si può ridurre fino a 50 g per mq. L’applicazione si esegue da 2 a 3 volte l’anno.

Terreno argilloso
Un terreno argilloso, pesante, può essere alleggerito a medio termine attraverso l’applicazione annuale di sabbia silicea di granulometria 0,1 mm o 0,2 mm. La rinuncia a sostanze chimiche di sintesi, e contemporaneamente la regolare concimazione con un fertilizzante naturale ad alto valore organico sostiene lo sviluppo di un terreno vitale, intatto e attivo. Si forma sempre più humus leggero. La fertilità del suolo e la disponibilità di nutrienti aumentano. Il terreno serve come cibo per le piante.

Taglio
Lasciare l’erba alta almeno 4 cm e tagliare mai più di un terzo dell’altezza: Meglio due volte la settimana un taglio alto che una volta la settimana un taglio basso, in questo caso più spesso è meglio! Il 90% delle infestanti ha bisogno di luce per germogliare, per questa ragione il manto erboso dovrebbe sempre ombreggiare il terreno.

Muschio
Se non si trovano abbastanza nutrienti nel terreno, l’erba non può crescere, perché non si rafforza. Quando il terreno è troppo compatto, l’umidità ristagna e l’acqua non può penetrare negli strati più profondi, rimanendo in superficie – un paradiso per la formazione di muschio. Anche una forte ombreggiatura promuove la crescita di muschio.
Contromisure:
Fertilizzare con dosaggi più elevati, in modo che l’erba riesca a rafforzarsi anche nelle circostanze meno idonee, crescendo poi in modo più fitto, togliendo lo spazio al muschio. Non usare assolutamente fertilizzanti sintetici, poiché questi sono una tra le cause della compattazione del suolo!

Infestanti
Il 90% delle infestanti, note anche come erbacce, ha bisogno della luce per germogliare. Quando la luce solare cade direttamente sul terreno, queste germinano rapidamente e crescono più velocemente dell’erba. In periodi di siccità le infestanti possono diffondersi in poche ore, quindi irrigare regolarmente e non tagliare troppo basso!

Il prato deve essere adeguatamente concimato, in modo che possa crescere il più fitto possibile e lasciare meno spazio alle infestanti per crescere e prosperare. Un prato ben nutrito la vince sempre contro le erbe infestanti! Tagliare spesso, e non a meno di 4 cm. Irrorare sufficientemente. Fertilizzare in modo abbondante.

Un prato sano che cresce su un terreno fertile, ben nutrito e ottimamente mantenuto, è un parco giochi naturale per gli esseri umani e gli animali.

Un “prato inglese” non è realizzabile senza l’uso di prodotti chimici, “diserbanti” molto tossici. L’utilizzo di tali prodotti, oltre agli effetti desiderati, comporta anche ulteriori effetti collaterali negativi: compattazione del suolo, dilavamento di tossine nelle acque di falda, danni a flora e fauna. Inoltre, il dosaggio deve essere costantemente aumentata per ottenere un effetto continuamente alto.

Scarificazione
E’ necessaria soltanto, se il terreno è pesantemente infeltrito a causa dell’erba morta e solo se il terreno è veramente secco fino alla polverosità. Si scarifica, quando la crescita dell’erba è intensa. Normalmente questo è il caso nel periodo aprile / maggio. Se il prato è curato in modo ottimale (irrigazione, sfalcio, nutrizione), una scarificazione non è necessaria. ATTENZIONE: la scarificazione aumenta la crescita di erbacce – più luce sul terreno!

Periodo
Nel corso dell’anno, si raccomanda la prima applicazione a marzo / aprile. In ogni caso, solo quando il terreno possibilmente gelato si è completamente sciolto e attivato. Temperature più calde costanti e la crescita riconoscibile dell’erba indicano uno stato ricettivo.

L’esperienza ha dimostrato che è raccomandabile una concimazione aggiuntiva in estate quando le temperature restano costantemente molto alte. Questa rientra nei mesi di agosto / settembre.

Una concimazione finale nel tardo autunno garantisce, che i nutrienti alimentano bene il suolo durante l’inverno. Questo assicura, che l’erba cresce rigogliosa nella primavera successiva.

Postare un commento