rasen_1x1it
X

Berlesreiter

Una qualità continuamente migliore del prato mentre diminuisce la quantità necessaria di concime – una contradizione?
Non necessariamente!

E ‘possibile trasformare un suolo evidentemente malnutrito in una base sana per una crescita di prato rigoglioso. Abbiamo fornito una prova per questo presso la famiglia Berlesreiter a Windhaag, vicino a Perg.

La situazione di partenza

Isabella e Jürgen Berlesreiter si sono esauditi il sogno della casa in proprio, e nell’anno 2010 hanno comprato una bella costruzione a villetta in un’area molto verde nel comune di Windhaag vicino a Perg. La casa corrispondeva a tutti i loro desideri, e un bell’allestimento degli interni, fatto con amore e molta cura per i dettagli, ha trasformato il nuovo acquisto in una vera “dolce casa”.

Solo il giardino lasciava ancora molto a desiderare. Un tappeto erboso scarso, quasi inesistente, il colore di quello che spuntava dalla terra tendeva a un colore giallognolo o marrone. La crescita non era densa e non si vedeva alcuna tonalità verde intensa o scura.

Un caso chiaro per gli amici dell’Umweltpionier!

L’aspetto che ci si offriva nell’aprile 2011 sul luogo era piuttosto triste, ma semplicemente perfetto per la possibilità di provare le capacità del proprio prodotto.

 

 

Dopo la prima applicazione di concime con l’aiuto di un carello spanditore e la distribuzione esperta “a scacchiera” (la concimazione non avviene solo in righe parallele ma in due direzioni, orizzontale e verticale, per garantire una copertura completa del suolo con il fertilizzante), ci si offriva un aspetto inatteso dell’effetto del nostro concime per prati up sul terreno e sulla crescita erbosa. Ora si trattava di comprendere la ragione per l’impatto evidentemente non uniforme.

 

 

La risposta si presentava, infine, molto semplice. La casa appena comprata era stata costruita solo pochi anni prima dell’acquisto, il giardino su più piani era stato configurato con l’aggiunta di terra portata da fuori. La composizione del materiale utilizzato non era più tracciabile. Lo stato del prato, che si mostrava dopo la prima concimazione, si può spiegare con il fatto, che la capacità di assorbimento del suolo e alcune sostanze tossiche apparentemente contenute, erano distribuite in modo non uniforme. Per questa ragione il terreno era stato in grado solo parzialmente di utilizzare i nutrienti ottenuti con la concimazione, e si spiegano cosi anche macchie, aree dove l’effetto fertilizzante apparentemente aveva fallito completamente e altri effetti fastidiosi.

Conclusione e decisione presa di comune accordo: Continuiamo a nutrire il suolo e osserviamo l’effetto!

Un controllo intermedio nel giugno del 2011 mostra già alcuni successi interessanti, com’è ben visibile nelle immagini.

 

 

Una successiva concimazione nell’autunno 2011 e la continuazione delle applicazioni di concime, come previsto nel piano di concimazione originale, hanno poi portato a una qualità sempre più eccellente del suolo, e con questo anche del tappeto erboso, visibile nelle immagini seguenti.

 

 

Le immagini mostrate sono state scattate in un periodo, dove, in genere, non si parla più di un ricco tappeto erboso: in NOVEMBRE (!) 2012.

Il valore aggiunto chiaramente definibile per la famiglia Berlesreiter consiste nel fatto, che la quantità di concime necessaria si è potuta ridurre già nel secondo anno di applicazione da un iniziale 100 g/mq. La qualità del suolo e degli organismi attivi in esso è migliorata sostanzialmente entro brevissimo tempo. La quantità di “alimentazione” addizionale necessaria, in forma di un fertilizzante organico-minerale, si è ridotta – come visibile dal piano di concimazione seguente – della metà nel corso di 4 anni.

Questo permette di risparmiare, raggiungendo nello stesso tempo una grande soddisfazione. In cifre concrete, i costi annuali per la concimazione di 250 mq nell’anno 2010 ammontavano a EUR 118,– (una concimazione in primavera, una in autunno).

Dopo l’anno 2014 i costi annuali per la superficie di 250 mq si sono ridotti della metà a EUR 59,–.

Questo è fantastico e anche sano. Per natura, animali e umani.

Perché: tutti i nostri prodotti sono certificati come alimentari.

up: „Il concime che si può mangiare!“

 

hand-pflanzen
“Non otteniamo in eredità la terra dai nostri genitori, la prendiamo in prestito dai nostri figli.”
Antica saggezza indiana

Ascoltare!

Ascoltate Life Radio Austria settentrionale
nella rubrica “
impresa della settimana”
e avrete informazioni sugli ingredienti preziosi dei nostri concimi (in lingua tedesca)


up-Tube >

La squadra Umweltpionier („pionieri dell’ambiente“) si trova anche su youtube!
Una chiacchierata con Stephan Hinterkörner (in linqua tedesca)!

Comprare up!

Concimare con l’argilla curativa.
Questo concime innovativo è completamente innocuo.
E` perfino così innocuo,
che lo potete mangiare!

Perfettamente adatto per giardini, terreni di gioco, campeggi e altri luoghi pubblici, dovunque si richiede una concimazione ecologica e sostenibile.

La storia up

video-vorschaubild

Umweltpionier GmbH

Aisthofen 25, 4320 Perg
Tel. +43 800 201502

up@umweltpionier.at



go up
Webbetreuung: Webagentur Krichbaumer